PRODOTTI

I fornelli da campeggio: qualità a portata di mano!

Per tutti gli appassionati di escursionismo, di campeggio, di bivacco all’aria aperta, ecco che Storfit ha voluto dedicare un’intera pagina del menù ai fornelli da campeggio: sfoglia il catalogo, che contiene i migliori marchi e dei migliori prodotti e scopri qual è il migliore per te!

Cuocere il nostro cibo su un fuoco di legna può essere “molto avventuroso“ ma, allo stesso tempo, se la legna è bagnata, se piove o se c’è vento, diventa una vera e propria impresa impossibile. Ecco perché Un buon fornello da campeggio risolve i nostri problemi e ci consente la soddisfazione di almeno un pasto caldo al giorno. In funzione delle nostre esigenze di peso e autonomia potremo scegliere tra fornelli a gas e fornelli a benzina. Vediamo come sceglierli.

Elementi e caratteristiche dei fornelletti da campeggio

Nella scelta di un fornello da campeggio dovremo considerare i seguenti fattori:

  • Leggerezza e ingombro: il peso è ovviamente fondamentale per un fornello da trekking. Esistono dei gioiellini da pochi grammi in grado di portare ad ebollizione un litro d’acqua in pochissimo tempo. Alcuni modelli di recente costruzione hanno praticamente integrata la pentola. Sono molto funzionali, anche se un pochino più ingombranti, proprio per il fatto che integrano completamente tutto ciò che ci serve, anche il piezoelettrico per accendere il fuoco.
  • Stabilità: è basilare poter contare su un fornello che consenta un buon appoggio sul terreno. Alcuni modelli hanno piccole “zampette” estraibili, altri separano la parte fornello dal contenitore di combustibile per ottenere un baricentro più basso e riparato.
  • Carburante: gas o benzina? La bomboletta di gas, avvitabile e svitabile dal fornello, consente pulizia di utilizzo e comodità d’accensione. Le miscele butano/propano attualmente in commercio hanno un buon rendimento anche in climi freddi. Per contro avremo sempre sulle spalle le bombolette vuote, oltre la scorta di quelle piene. La benzina, o ancor meglio il “white gas” ha il vantaggio di fornire ottimo rendimento alle basse temperature e può essere stoccata in un unico contenitore trasportabile. È facilmente reperibile in tutto il mondo. Dovremo fare i conti con l’odore più forte del carburante bruciato e la necessità di pulire sovente gli ugelli del bruciatore.
  • Facilità di funzionamento: il fornello a gas ha un funzionamento uguale al fornello di casa. Si può regolare facilmente la fiamma, è silenzioso e si accende con una scintilla. Il fornello a benzina richiede un buon allenamento preventivo per conoscere bene le fasi di preriscaldamento dell’ugello e della messa in pressione del carburante, ma una volta acceso è un vero e proprio bruciatore potente e redditizio. Non dovremmo mai dimenticare che la fiamma può diminuire molto la sua resa se investita da correnti d’aria, quindi è buona abitudine dotarsi di un “paravento” con il quale contornare il nostro fornello. Ottimi sono i fogli di alluminio ripiegabili sempre in dotazione dei fornelli MSR.

Il meglio per il campeggio su Storfit.com!

Concludendo, se abbiamo in programma un trekking breve con pochi pasti da cucinare, potremo scegliere un fornello a gas, pratico, leggero e pulito, magari con la pentola integrata. Se invece i nostri progetti hanno grandi ambizioni e lunghe distanze da percorrere, un buon fornello a benzina potrebbe essere la scelta migliore.

Sfoglia il catalogo e scopri i migliori fornelletti da campeggio! E ricoda… per qualsiasi dubbio c’è un gruppo di esperti nel settore pronto a darti una mano!