Cosa mangiare prima, dopo e durante l'arrampicata

Per quanto si tende a vedere (a ragione) l’arrampicata più come una disciplina che come uno sport, su alcuni argomenti va trattata proprio come un’attività sportiva. Primo fra questi, l’alimentazione.

È importante avere delle linee guida per sapere cosa mangiare prima, durante e dopo la scalata. E noi, senza soffermarci su tutte le informazioni tecniche che solo uno specialista può dirvi, siamo qui per fornirvele.

Cosa mangiare prima di scalare

Considerando che in linea di massima si parte per scalare la mattina, comincerei a parlare del pasto prima di andare ad arrampicare: la colazione. Bisogna fare una colazione ben sostanziosa, i cui nutrimenti fondamentali saranno i carboidrati (circa l’80%), proteine e qualche grasso buono.

Un esempio di una colazione che contiene tutto quello che può servirvi durante la giornata potrebbe essere: un frutto (kiwi ad esempio), yogurt greco con muesli ed aggiunta di semi oleosi.

Con questa colazione tipo avrete tutti i nutrimenti fondamentale di cui avrete bisogno.

Ricordatevi di bere acqua, preferibilmente la mattina appena svegli e a stomaco vuoto. Se avete abbastanza tempo a disposizione, aspettate 20 minuti prima di fare colazione. Per portarvi un po’ avanti potete cominciare a preparare il materiale!

Cosa mangiare durante l’arrampicata

Che siate in falesia, a fare boulder o a scalare su una via lunga, è importantissimo che vi portiate da reintegrare le energie perse. L’arrampicata è uno sport anaerobico per cui, rispetto per esempio alla corsa, si tende a sentire meno di aver perso energie e si ha, in misura minore, la sensazione di fame. Nonostante ciò dovete rimanere nutriti e idratati durante tutta la giornata.

Quindi, prima regola fondamentale: portatevi tanta acqua e bevetela prima di sentire la sete. È importantissimo tenere il corpo idratato durante questo tipo di sforzo. I vostri muscoli ve ne saranno grati!

Per quanto riguarda, invece, l’alimentazione, durante una giornata di scalata sarebbe consigliato mangiare spesso (non arrivate a fine giornata essendovi scordati del vostro stomaco!): frutta secca, barrette, frutta fresca. Questi sono gli snack migliori per l’arrampicata ma se scalate tutto il giorno vi consiglio di portarvi anche un panino.

Cosa mangiare dopo la scalata

Subito dopo aver arrampicato si riesce a pensare solo ad una cosa: la birra. Si sa, è un ottimo integratore oltre ad essere una bevanda di grande soddisfazione, per cui, concedetevela!

Tuttavia non va bevuta a stomaco vuoto: abbinatela sempre ad un pasto, se non completo, almeno a uno snack. Le arachidi, ad esempio, sono dei grassi buoni, perfetti per lo scopo. Questo perché un pasto completo a base di proteine vi aiuterà a ricostruire le fibre muscolari rotte durante lo sforzo della giornata.

In tre parole? Eat, Climb, Repeat. Se ci si nutre adeguatamente non ci si indebolirà ma, anzi, le fibre muscolari si rinforzeranno per permettervi di alzare pian piano l’asticella della difficoltà. Mangiate sano e potrete scalare ogni giorno!

E tu cosa ti porti da mangiare? Scrivici il tuo menù tipico!

Lascia un commento

0

Start typing and press Enter to search