Filtrare l'acqua in un trekking: quello che dovresti sapere

Immaginatevi di poter fare lunghi trekking senza dovervi per forza portare litri e litri d’acqua dietro ad appesantire lo zaino: quanto vi ringrazierebbero schiena e gambe?

Durante un’escursione si incontrano spesso torrenti e fonti d’acqua, soprattutto in montagna, per via dello scioglimento delle nevi in quota; ma ancora più spesso l’acqua di queste fonti, se bevuta, potrebbe procurarvi un mal di pancia che trasformerà in fretta la vostra escursione in un incubo.

Valutare ad occhio la purezza dell’acqua potrebbe essere ingannevole, considerando che poco più in alto potrebbe esserci una carcassa di animale che la contamina, anche se a un primo sguardo sembrerebbe pura e rinfrescante.

Non so se vi sia mai capitato, ma quando si è disidratati si entra in stato confusionale e la mente orami offuscata può portare a bere addirittura da una pozzanghera, tanta è la sete. Va da sé che quando si cammina bisogna bere e se si vuol bere l’acqua che si trova sul percorso bisogna in qualche modo depurarla e filtrarla.

Metodi (portatili) di depurazione dell’acqua

Questa questione è calda ormai già da diverso tempo: per questo sono stati pensati alcuni metodi per depurare l’acqua in natura.

Ebollizione

Se avete dietro un fornello l’acqua si può ovviamente far bollire e poi lasciar raffreddare. È un processo un po’ lungo se si considera che per una giornata ci si porta dietro al minimo 1 litro e mezzo d’acqua. L’ebollizione, in ogni caso, uccide i principali organismi patogeni.

Filtri a pompa

I filtri a pompa sono costruiti generalmente in ceramica sono utili contro batteri e protozoi. Ma attenzione: non sono efficaci contro i virus.

Pastiglie e gocce

Un agente che si usa per la disinfezione dell’acqua è lo iodio o l’ipoclorito di sodio. Questi vengono sciolti in acqua e uccidono molti (ma non tutti) gli agenti patogeni più comuni. È una soluzione utilizzabile, anche se imperfetta.

Filtri Mizu Life

Si tratta di un filtro incorporato in borraccia, inizialmente progettato dalla NASA per eliminare il 99% dei contaminanti presenti nell’acqua. Visto che penso sia la soluzione più moderna è più efficace vi spiego un po’ meglio come funziona.

I filtri di Mizu Life (brand produttore di numerose linee di thermos per le attività outdoor) eliminano il 99% dei possibili contaminanti tra cui: batteri, virus, cloro, fluoro e metalli pesanti come il piombo. La tecnologia che viene utilizzata da tutti i filtri Mizu funziona con una combinazione di intrappolamento meccanico e assorbimento elettrocinetico, che incorpora minerali naturali. I contaminanti sono intrappolati nei micro pori o attratti dalla carica negativa del filtro.

Il filtro può essere usato per circa 200 litri d’acqua, poi deve essere cambiato. È costruito a 24 pieghe di filtraggio (nel caso del filtro Adventure, 12 per la versione Everyday) e rimane leggero e pratico.

Il filtraggio avviene nel momento in cui bevete. Infatti dovrete solamente raccogliere l’acqua nella borraccia e chiuderla con il tappo in cui il filtro è incorporato: mentre vi disseterete il filtro lavorerà rendendovi l’acqua pura e sana. Pensate, è stato testato addirittura con l’acqua di una pozzanghera!

La cosa interessante dell’offerta Mizu Life (Vedi il catalogo disponibile) è che si può prendere una borraccia con diversi tipi di filtri da cambiare a seconda delle occasioni: per le avventure più estreme porterete con voi il filtro Adventure, mentre nella vita di tutti i giorni, per ricaricare l’acqua da qualsiasi fontana o rubinetto, potrete usare il filtro Everyday.

E tu, l’hai mai provato? Se sì, scrivici nei commenti come ti sei trovato!

 
Showing 7 comments
  • Roberta Brusati
    Rispondi

    Buongiorno, volevo sapere se esiste un filtro così anche per casa, perché io prendo L acqua da un torrente. Grazie

    • Davide
      Rispondi

      Buongiorno Roberta! In che senso per casa? I filtri realizzati da Mizu sono da utilizzare con i Thermos Mizu. Tu per che tipo di attività lo vorresti?

  • Polezzz
    Rispondi

    Ma anche i sali minerali vengono filtrati quindi? Quindi possibili integratori idrosolubili verrebbero filtrati?

    • Davide
      Rispondi

      Ciao! In linea di massima non dovrebbero essere filtrati se non per una minima percentuale. Ho però chiesto direttamente al produttore in modo da darti la risposta più precisa possibile!

    • Davide
      Rispondi

      Ciao! Dalla produzione ci informano che effettivamente questi filtri non vanno utilizzati se non per metterci dentro l’acqua. Un saluto!

  • Riccardo De Anna
    Rispondi

    Ciao, mi sorge spontaneo un dubbio. La descrizione dice che la borraccia filtra anche i minerali naturali, e te lo ha confermato l’azienda mi pare di aver capito; quindi dovrebbe eliminare minerali quali sodio magnesio, Calcio, bicarbonato possibilmente disciolti nell’acqua di un torrente, e verrei acqua demineralizzata che equivarrebbe a non bere, se non per idratarsi, ma senza apportare tali elementi. Sbaglio?

    • Mattia Bellotti
      Rispondi

      Ciao Riccardo, ho atteso per risponderti perche ho preferito nuovamente chiedere anche alla casa madre. I minerali presenti in natura non sono filtrati e quindi saranno presenti nel momento i cui si beve dalla borraccia. I minerali di cui si parla, sono minerali che sono stati utilizzati per la realizzazione del filtro e che aiutano il processo di intrappolamento meccanico e assorbimento elettrocinetico. Spero di aver chiarito ogni tuo dubbio, ci tengo però a segnalarti che tramite questo link, http://bit.ly/2Yt1mp7 potrai vedere direttamente dal sito del produttore tutti i dettagli sulle sostanze che il filtro è in grado di intrappolare.

Lascia un commento

0

Start typing and press Enter to search