PRODOTTI

Le scarpette da arrampicata: sensibilità e performance

Come in ogni disciplina sportiva, la scelta dell’attrezzatura è fondamentale per assicurarsi delle prestazioni sicure e dei risultati soddisfacenti; anche nel caso dell’arrampicata le cose non sono diverse e, in particolare, la scarpetta rappresenta forse l’elemento principale.

La scarpetta da arrampicata ideale non deve rappresentare un ostacolo tra chi arrampica e la roccia, dovrebbe riuscire a trasmettere dalla roccia al piede le stesse sensazioni che si avrebbero a piedi nudi.

Come scegliere la scarpetta giusta

Quale sia la misura ideale da indossare è da sempre oggetto di dibattito: alcuni arrampicatori arrivano a prendere una scarpetta grande due misure in meno rispetto al loro numero. Ciò che, in ogni caso, è certo, è che una scarpa più stretta garantisce una migliore presa sulla roccia e quindi migliori prestazioni, ma è difficile indossarla a lungo perché non è confortevole. È quindi più adatta a tiri brevi o al boulder; in generale alle situazioni che ci permettono di togliere la scarpa una volta finito lo sforzo.

Una scarpetta invece più grande garantisce prestazioni inferiori a livello tecnico ma, risultando più comoda, ci permette di indossarla più a lungo: è quindi ideale se si vogliono affrontare tiri lunghi o più tiri consecutivamente.

Generalmente chi comincia ad arrampicare farebbe bene acquistare una misura in meno rispetto al proprio numero; il nostro consiglio è quello di partire indossando una scarpa dello stesso numero a cui siamo abituati e cominciare a scendere di mezzo numero, fino a che non si percepisce il piede come ben fasciato e con le dita che premono leggermente sulla punta.

Suola, allacciatura e forma

Una scarpetta da arrampicata si compone di tre elementi fondamentali, che vanno ugualmente considerati nella scelta:

  • La suola: è l’elemento che, in quasi tutti gli appoggi, costituisce il punto di contatto tra piede e roccia; una suola molto flessibile assicura ottima sensibilità ed è adatta ai passaggi più complessi, mentre una suola più rigida, in grado di aumentare il sostegno e la protezione, risulta migliore sulle vie lunghe che non presentano passaggi tecnici troppo impegnativi;
  • L’allacciatura: anche in questo caso si tratta di un punto importante nella scelta; esistono scarpette “a ballerina” con allacciatura elasticizzata, scarpette con velcro oppure con stringhe;
  • La forma: la forma, simmetrica o asimmetrica, influenza sia la comodità durante l’uso che la performance; una scarpa simmetrica assicura una calzata più morbida ed è da preferirsi per azioni prolungate, mentre una scarpa asimmetrica, che vincola maggiormente il piede, andrà probabilmente tolta spesso a causa della calzata, ma assicura un’ottima sensibilità anche sulle prese più piccole. È adatta a pareti molto impegnative o al boulder.

La scarpetta da arrampicata è ora su Storfit.com

Siete pronti per la prossima uscita? Che siate un alle prime armi o che arrampichiate da decenni, non importa. Storfit.com è a vostra disposizione per offrirvi un ampio catalogo di prodotti dei migliori marchi, tra cui Wild Climb, La Sportiva e Scarpa.

Non vi resta che dare un’occhiata alle nostre scarpette da arrampicata e a tutti i prodotti proposti; in caso di necessità, fatevi consigliare e guidare nella scelta dal Team di specialisti del settore che Storfit mette a vostra disposizione.

Buona ricerca e alla prossima via!