PRODOTTI

Tavole da surf: a ognuno la sua

Il surf è una disciplina che richiede tempo e molto esercizio per essere appresa; ognuno di noi, a seconda del livello, deve possedere una tavola che sia commisurata alle sue capacità, al suo peso e al suo stile di surfata.

La tavola è infatti l’elemento fondamentale dell’attrezzatura di ogni surfista, ma quali sono le sue caratteristiche principali? Che cosa è importante considerare quando si sceglie la prossima tavola?

Elementi e caratteristiche della tavola

Vediamo dunque quali sono gli elementi che definiscono una tavola:

  • Lunghezza: generalmente misurata in piedi e pollici (un piede equivale a 30.48 cm e un pollice a 2.54 cm). Influisce sulla manovrabilità e sulla facilità di utilizzo; si consiglia di utilizzare tavole circa un piede, un piede e mezzo più lunghe della propria altezza;
  • Larghezza: questa dimensione influenza in particolare la stabilità e la sensazione di sicurezza che si ha durante l’uso: anche questa è misurata in pollici e si può considerare che una tavola di 20’’ sia larga e quindi più stabile sulle onde;
  • Spessore: questa è la terza dimensione e insieme alle prime due definisce le tre caratteristiche principali che di ogni tavola è giusto conoscere. Più è spessa la tavola, maggiore sarà la sua capacità di galleggiamento e quindi la facilità di remata. Mediamente lo spessore varia tra 2 1/2’’ e 3’’;
  • Volume: misurato in litri, è il risultato delle tre dimensioni elencate e della forma della tavola; maggiore è il volume, maggiore è il galleggiamento. In linea generale bisogna considerare che il volume deve aumentare al diminuire dell’esperienza del surfer e all’aumentare del suo peso;
  • Shape: con forma della tavola si intendono le caratteristiche del nose (la punta) e del tail (la coda) e la curvatura longitudinale (rocker o camber). Il nose influenza la difficoltà durante il take-off (la partenza), infatti più è largo più è semplice far partire la tavola. Dall’altra parte, anche un tail piuttosto largo (esistono diversi tipi di coda a seconda della forma) risulterà più stabile appena ci si alza in piedi. Per quanto riguarda la curvatura, una tavola con profilo rocker ha una curvatura concava, mentre una tavola camber ha una curvatura convessa. Un profilo rocker molto curvo nella parte anteriore eviterà che il nose si impunti facendovi ribaltare.

Le migliori tavole da surf on-line, su Storfit.com

A ognuno di noi, a seconda del livello, del peso e delle attitudini, è adatta una tavola ben precisa e con delle caratteristiche ben definite: esistono le cosiddette shortboard, tavole da surf corte, strette e adatte ai più esperti; esistono le longboard, tavole lunghe, facili da far partire e adatte a onde piuttosto piccole e a surfisti che non amano manovre radicali.

Esistono poi numerose tipologie che si inseriscono a metà strada tra le shortboard e le longboard e che nel tempo hanno subito numerose evoluzioni in termini di costruzione e caratteristiche.

Sulla piattaforma Storfit è ora possibile osservare l’ampio catalogo di prodotti a disposizione: le migliori tavole dei migliori marchi al mondo, unite a un’assistenza puntuale e professionale da parte del nostro team. Alla prossima onda!